Uno sguardo in laboratorio
A glimpse in the laboratory

Nel 1991, dopo un paio di anni di sperimentazioni e un’incursione nella Hollywood degli effetti speciali, nasce a Torino lo studio Mutazioni.
L’idea iniziale del suo fondatore Michele Guaschino è quella di dedicarsi alla trasformazione e alla riproduzione del corpo umano e animale per il campo dello spettacolo. La scultura e il trucco sono i due punti focali del laboratorio. La ricerca delle tecniche e dei materiali più particolari e innovativi, porta presto lo studio a diventare un punto di riferimento per chiunque abbia la necessità delle realizzazioni più originali e bizzarre.
Con Arturo Brachetti, Studio Testa, Ferrero e il Teatro Regio iniziano le prime collaborazioni eccellenti. Illusionismo, pubblicità, allestimenti museali, aziende alimentari, editoria, moda, sono alcuni dei campi ulteriori nei quali si trovano interessanti applicazioni dell’attività.
Nel 1993 l’inaspettata richiesta di partecipazione della Bonelli Editore all’organizzazione e all’allestimento del suo Festival Cinematografico. Il tutto si riproporrà nell’anno seguente.
Nel 1995
e per i due anni successivi, la Regione Piemonte coinvolgerà il laboratorio nella progettazione e realizzazione delle attrazioni del festival di divulgazione scientifica Experimenta.
Nel 1998 iniziano le prime collaborazioni con artisti concettuali e performers.
Il 1999 è l’anno in cui prende il via la produzione del film “Il magico Natale di Rupert” di Flavio Moretti che sarà la prima produzione di fantascienza girata a Torino.
Mutazioni realizza i personaggi alieni in diverse scale e con diversi sistemi di animazione, oltre che oggetti di scena e altri effetti.
Nel 2002 Mutazioni diventa la prima Eccellenza Artigiana piemontese del settore.
Nel 2003 a Parigi e a Roma, due episodi della “Tragedia Endogonidia” con Sociètas Raffaello Sanzio.
Partecipazione alla Biennale di Venezia con l’opera “Charlie” di Maurizio Cattelan.
In questi anni inizia l’attività di ricerca con la Polizia Scientifica di Torino nel campo della ricostruzione facciale.

In 1991, after a couple of years of experimentation and a foray into the Hollywood of special effects, the Mutazioni studio was founded in Turin.
Its founder Michele Guaschino’s initial idea was to devote himself to the transformation and reproduction of the human and animal body for the entertainment field.
Sculpture and make-up are the two focal points of the workshop.
The search for the most particular and innovative techniques and materials soon led the studio to become a point of reference for anyone in need of the most original and bizarre creations.
With Arturo Brachetti, Studio Testa, Ferrero and the Teatro Regio, the first excellent collaborations began.
Illusionism, advertising, museum displays, food companies, publishing, fashion, are some of the further fields in which interesting applications of the activity can be found.

In 1995 and for the following two years, the Piedmont Region involved the workshop in the design and realisation of the attractions of the popular science festival Experimenta.
In 1998, the first collaborations with conceptual artists and performers began.
1999 is the year in which the production of the film ‘Il magico Natale di Rupert’ (Rupert’s Magical Christmas) by Flavio Moretti kicks off, which will be the first science fiction production shot in Turin. Mutazioni created the alien characters in different scales and with different animation systems, as well as props and other effects.
In 2002, Mutazioni became Piedmont’s first Artisan Excellence in the sector.
In 2003 in Paris and Rome, two episodes of ‘Tragedia Endogonidia’ with Sociètas Raffaello Sanzio. Participation in the Venice Biennale with the work ‘Charlie’ by Maurizio Cattelan.
During these years, he began his research activity with the Scientific Police of Turin in the field of facial reconstruction.

2006 saw the collaboration with François Confino’s studio for the new layout of the National Cinema Museum. The workshop realised the fittings for three of the museum’s chapels.
Two complex shows produced by the Teatro Stabile di Torino and directed by Luca Ronconi engaged the workshop in the study and realisation of special masks.

Mutazioni studio - vari lavori

Il 2006 vede la collaborazione con lo studio di François Confino per il nuovo allestimento del Museo Nazionale del Cinema. Il laboratorio realizza gli allestimenti per tre delle cappelle del museo.
Due complessi spettacoli prodotti dal Teatro Stabile di Torino e diretti da Luca Ronconi impegnano il laboratorio nello studio e nella realizzazione di maschere particolari.
Nel 2008 prosegue la collaborazione con Ronconi per lo spettacolo di inaugurazione del Teatro Cucinelli di Solomeo.
Il 2010 sarà l’anno dell’allestimento e organizzazione degli spettacoli per la serata di apertura della mostra “Diversamente Vivi” presso il Museo del Cinema.
Proseguono le collaborazioni con il mondo dell’arte concettuale e il laboratorio amplia ulteriormente l’applicazione delle sue esperienze realizzando opere per esposizioni nazionali e internazionali fino ad arrivare al Guggenheim di NewYork con 12 lavori per la personale di Maurizio Cattelan.
Altre mostre con diversi artisti in Francia, Belgio, Inghilterra, Grecia, Italia, Austria, Germania, Giappone.
Nel 2013 il tema della trasformazione torna in campo con la realizzazione di protesi e maschere per gli spettacoli di Maurizio Crozza.
Nel 2016 un ritorno a Hollywood con la realizzazione di sculture/espositori per la Maison Beverly Hills di Bottega Veneta.
Nel 2023 realizzazione opera animatronica Juliet the B-boop di Beatriz Millar per il Byblos Art Hotel. Attualmente il laboratorio prosegue la sua attività sia in campo artistico che scientifico.

In 2008, the collaboration with Ronconi continued for the opening show of the Cucinelli Theatre in Solomeo.
2010 will be the year of the staging and organisation of the performance for the opening night of the exhibition ‘Diversamente Vivi’ at the Cinema Museum.
The collaborations with the world of conceptual art continued, and the workshop further extended the application of its experience by producing works for national and international exhibitions, culminating in the Guggenheim in NewYork with 12 works for Maurizio Cattelan’s solo exhibition.
Other exhibitions with various artists in France, Belgium, England, Greece, Italy, Austria, Germany, Japan. In 2013, the theme of transformation returned with the creation of prostheses and masks for Maurizio Crozza’s shows.
In 2016 a return to Hollywood with the realisation of sculptures/displays for Bottega Veneta’s Beverly Hills Maison.
In 2023 realisation of animatronic work Juliet the B-boop by Beatriz Millar for the Byblos Art Hotel. The workshop currently continues its activities in both the artistic and scientific fields.

Mutazioni studio - alcuni esempi

portfolio – portfolio

arte – art

Mutazioni studio - ARTE

Dai primi del 1900 ad oggi, il mondo delle arti figurative è diventato sempre più un campo aperto dove tutto è accettato e tutto è possibile.  Questo ha fatto si che il supporto di un laboratorio con esperienze in molteplici campi sia prezioso per l’artista pensatore.

From the early 1900s to today, the world of the visual arts has increasingly become an open field where everything is accepted and everything is possible. This has made the support of a workshop with experience in multiple fields invaluable to the thinking artist.

scienza – science

Mutazioni studio - SCIENZA

Sia in campo medico che in quello della ricerca o della divulgazione scientifica il contributo artistico è di estrema importanza. La capacità nel trattare l’iperrealismo della figura umana ci ha portato a lavorare nel campo della  ricostruzione facciale forense, per la realizzazione di modelli anatomici e per lo sviluppo di epitesi mediche.

Whether in the medical field or in the field of research or scientific popularisation, the artistic contribution is extremely important. The ability to deal with the hyperrealism of the human figure has led us to work in the field of forensic facial reconstruction, anatomical modelling and the development of medical epitheses.

spettacolo – entertainment

Mutazioni studio - SPETTACOLO

Il primo amore non si scorda mai. Tutto partì con il teatro, la danza e l’illusionismo; tre grandi maestri per affrontare il campo dello spettacolo a 360°. Il trucco per trasformare gli interpreti, la danza che aggiunge complessi problemi di movimento e l’illusionismo per far si che, sul palco come sullo schermo, possano accadere cose meravigliose.

You never forget your first love. It all started with theatre, dance and illusionism; three great masters to take on the all-round performing arts field. Make-up to transform performers, dance to add complex movement problems and illusionism to ensure that, on stage as on screen, wonderful things can happen.

mostre – exhibitions

Mutazioni studio - MOSTRE

Quando si amano precisione e dettaglio, la vicinanza del manufatto con il pubblico rappresenta una bella sfida.
Quei particolari che in altri ambiti non verrebbero notati, rimangono disponibili alla vista dello spettatore attento e sono vanto del realizzatore.

When one loves precision and detail, the proximity of the artefact to the public is quite a challenge.
Those details that in other spheres would not be noticed, remain available to the attentive viewer and are the pride of the maker.

corsi – coures

Mutazioni studio - CORSI

Il grandissimo Socrate diceva “Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare”. Nulla di più vero, soprattutto al giorno d’oggi dove tutti vogliono e possono insegnare e, corsi su ogni argomento, sono disponibili per chiunque. Io mi sono sempre servito dell’insegnamento per imparare, ma credo che questo sia stato anche un vantaggio per gli studenti che lo hanno saputo cogliere.

The great Socrates used to say ‘I cannot teach anyone anything, I can only make them think’. Nothing could be truer, especially nowadays where everyone wants to and can teach, and courses on any subject are available to anyone. I have always used teaching to learn, but I believe that this has also been an advantage for the students who have been able to grasp it.

mutazioni